Questi scritti valgono il prezzo del biglietto 21 | Lingua italiana | sid liscious | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

Questi scritti valgono il prezzo del biglietto 21

A casa ho due finestre uguali Carlo.
Due finestre grandi quasi mezza parete di una stanza quattro metri per quattro.
Due finestre disposte ad angolo retto... verso sud una ed a est l'altra.
Non so se riuscirò a renderti bene la cosa visivamente in seguito Carlo...
ma tu pensa ad una elle con base ed altezza uguali e che dal vertice di questa elle dipartano due finestre... che pertanto verranno disposte perpendicolari fra loro lungo la base e l'altezza Carlo.
Capito Carlo?
Ecco ora torniamo all'angolo retto Carlo.
Io mi siedo lì... che c'è il divano parallelo ad una finestra che finisce... il divano... giusto nel punto dove si congiungono la base e l'altezza Carlo... e guardo davanti esattamente a quaranta cinque gradi e verso l'interno della stanza ovviamente Carlo.
E mi ritrovo... contando sul fatto la luce entra meglio dai vetri rispetto ai mattoni... che ottengo... causa effetto ottico... la lunghezza delle finestre mi dia esattamente la dimensione  di base ed altezza succitate Carlo... nonostante il muro continui oltre le finestre Carlo.
Mi segui Carlo?
Perfetto!
Ora dunque di nuovo indietro alla elle Carlo.
Serve infatti ancora andare ad immaginare che io posso tracciare un segmento virtuale fra i due punti in cui finiscono nei muri le finestre Carlo.
E lo tracciamo pertanto Carlo si tanto segmento e così mi vedrai chiuso dentro ad un triangolo di luce Carlo.
E questo è niente Carlo in quanto non appena ottengo l'effetto il triangolo si trasforma Carlo e diventa un solido Carlo.
Una piramide per la precisione Carlo ed io mi ritrovo a sentirmi seduto perfettamente comodo e stabile sull'apice di codesta piramide Carlo e per dentro chiaramente... che completamente astratto dalla gravità guardo in giù Carlo ed intravedo... che ti ricordo il segmento da noi virtualmente tracciato in realtà non mi isola per nulla dalla stanza essendo invisibile Carlo... i normali movimenti della gente che invece continua a subire la gravità Carlo.
Una cosa incredibile Carlo.
<Ed è in quanto in quei momenti ti senti che non hai bisogno di alcunché Mirco... e creativo e benissimo ed a tuo agio ed in pace con il mondo intero Mirco... vedendo inoltre quanto sono tapini gli altri Mirco... che mi hai raccontato codesti fatti Mirco?>.
No no Carlo assolutamente!
È che stamattina mi sono svegliato con una voglia incredibile di fare una descrizione contorta Carlo.
Credi.
Solo una descrizione "irresponsabile" e nulla più.
Carlo.
Una descrizione.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2705 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Francesco Andre...
  • Catilina