Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

introspettiva

Leggerezza di Mirta

Mirta, ricordi ancora quando
ti facevo ridere mentre
l'arancia sinuosa e sensuale
coglievi e ti desideravo.

L'attesa

ti tiene in vita come a fine inverno
la primavera canterina
 
(non già l'appagamento
senza più desideri)

Di nuovo per Mirta

Nel tuo ritorno nella mia anima
Amica Mirta dopo il tuo suicidio
mi parli della tua vita di anima di
Dio e stai infinitamente e dici

Nel'aria che aleggia

8d1139b11fe9a7f9df10c7e38d99ec07.jpg
La foschia mattutina
lascia la sua impronta
nei variegati  colori
che dall’acceso dell’estate

Il grido

ad un cielo
sordo ad ogni voce ed eco
appeso il grido
testa e croce ti giocasti l'anima
nel bailamme 
d'un'allucinata notte

Di taglio, la vita

Stridore di lacrime
sul filo
d’una lama tagliente;
bordi che separano
un istante dall’altro,

Lacrime

Ho versato lacrime per ciò che sono diventata.
Ho versato lacrime per l'amore che ho perso.
Ho versato lacrime perché anche se si va avanti

notte di settembre

Notte di settembre,
il buio arriva presto,
le giornate si accorciano,
di notte c’è foschia,

Semmai, ti richiamo

Appagamenti e bulimie
d’indimenticabili attimi,
confliggono,
non coabitano;
vicini di casa
da una vita.

Spleen

 
lei dagli occhi blucielo
inquadrata in un ritaglio del
tuo sogno lucido
 
ed è un morire dentro
percorrere

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 2251 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • gatto
  • ferdinandocelinio
  • Bowil
  • sapone g.