La sterzata di Shephard | Prosa e racconti | amun | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

La sterzata di Shephard

 
Tutta l'Inghilterra è ferma. Un minuto, una preghiera: la regina madre
sta morendo.
 
Roma.Angelus, prima domenica di marzo dell'anno 2000.
 
Nostradamus aveva visto giusto. Il Papa del 2000 è nero ed è anche
punk.
-Tutta la notte ... (applauso) - Tutta la notte ho pensato alla regina
madre(applausi). E' a lei che dedico questo pezzo -.
Così rivolge il telecomando al cielo e preme un tasto. Ora il cielo si
apre e scende una nuvola. Incredibile! Sulla nuvola c'è Sid Vicious.
Eccolo raggiungere il palco dove lo aspetta la sua band. Giusto una
pacca sulla spalla e poi iniziano: God save the Queen. …
 
 
Los Angeles, barflys
 
-Io lo sapevo -
-Che? -
-Che erano tutte stronzate: regine, conti e marchese -
-So' più stronzi quelli che ci credono -
-Speriamo che schiatta subito, così tirano fuori una nuova birra -
-Costerà una cifra! -
-Già, queste regine non ci servono proprio a niente! -
-Portano solo disgrazie -
-E noi ne abbiamo abbastanza da dover bere per dimenticarle! -
-Cin -
-Cin -
 
 
I vermi scelti.
 
Salviette al collo e pugni che stringono posate sulla tavola bandita, i
vermi sono pronti. Dopo estenuanti prove selettive sulla storia della
monarchia inglese con accenni alle monarchie europee, a questo
sparuto numero di vermi spetta l'onore di spolpare la regina madre.
-Quando arriva? -
-Arriverà, arriverà! -
-E se decidesse di farsi cremare? -
-Ci facciamo un brodino con le ceneri! E dove va, non ha scampo! -
 
 
Al capezzale c'è tutta la famiglia reale ed anche lo stalliere. Tutti
vogliono assistere a questo momento storico nonostante i ripetuti
inviti del medico a sgombrare la stanza. La regina madre chiede al
guardasigilli di avvicinarsi con un regale movimento della mano.
Trattasi dell'ultimo desiderio della moribonda: l'ultimo giro per Londra
sul Routemaster (il famoso bus rosso a due piani). Il guardasigilli
comunica ai presenti la notizia, che suscita sommesso clamore. Il
medico si oppone invano, poi se ne va sbattendo la porta.
 
 
Inizia la mobilitazione. Il guardasigilli si prende cura della cosa in
prima persona. Organizza subito un vertice al quale invita il capo della
polizia e l'amministratore delegato dell'azienda dei trasporti.
-A lei - dice rivolgendosi al capo della polizia - a lei il compito di
organizzare una strategia di percorso: che ne so ... Tower Bridge,
Westminster,Trafalgar Square e qualche parco ... ah, non voglio
barboni sul tragitto -.
-A lei - dice rivolgendosi all'amministratore delegato - il compito di
attrezzare il Routemaster di un sollevatore che porti la regina madre al
piano superiore -
-Domande? -
-No, Sir! - rispondono all'unisono i sottoposti.
-Voglio che tutto sia pronto per domattina alle 10.00 -
-Si, Sir -
-Si, Sir -
 
 
Buckingham Palace, ore 9.00
 
La regina madre si sta alzando. Il guardasigilli è sceso a controllare
che sia tutto pronto. Il capo della polizia gli va incontro per mostrare
la mappa del percorso.
-Non male - dice il guardasigilli dopo un'occhiata fugace.
Il Routemaster è pronto davanti alla porta, preceduto e seguito da una
scorta di poliziotti in motocicletta. Il guardasigilli entra a guardare
seguito dall'amministratore delegato: c'è il sollevatore e,
cautelativamente,sono stati rimossi dei sedili che avrebbero potuto
essere d'intralcio.
-Un buon lavoro - dice il guardasigilli - ma non c'era un autista
bianco?-
-No Sir - risponde l'amministratore - l'ultimo è morto due mesi fa di
cirrosi epatica -.
 
 
Ore10.00
 
La regina madre è al piano superiore del Routemaster, ora la colonna
si muove. La regina è stanca e commossa. Commossa è anche la
gente che, alla notizia, si è riversata per le strade. Tutti agitano un
fazzoletto bianco per l'estremo saluto e con lo stesso s'asciugano il
pianto.Trafalgar Square, Big Ben, Westminster quando, ad un certo
punto,il Routemaster si arresta inspiegabilmente. Il guardasigilli
scende infuriato e va dall'autista.
-Perché ti sei fermato? Segui la scorta! -
L'autista è impassibile, non lo degna di uno sguardo.
-Fottiti! - gli risponde con gli occhi fissi in avanti, quasi sottoipnosi.
Poi,deciso, come se fosse uscito da un lungo tormento, un tormento
lungo quanto una notte, sterza tutto e riparte.
 
 
Già,una notte insonne per Shephard.
Drin,drin!
-Pronto chi è? -
-Sono il capo, domani non sei in linea, devi accompagnare la regina
madre in giro per Londra. -
Allora una, due, tre sigarette. I compagni dell'Associazione Fratelli
d'Africa,i vicini di casa: già gli puntavano l'indice.
-La regina? E chi se la incula?! - aveva detto una volta al pub
suscitando ilarità.
 
-Dove vai? Questa strada è fuori percorso! - gli dice ora il
guardasigilli.
-A Brixton! - risponde secco.
Nulla si può contro quell'omone nero, chiuso nella sua cabina e
protetto da vetri antiproiettili. La regina madre non si è accorta di
niente.Le forze le scemano e forse ha perduto ogni senso. Quando
arrivano sotto il ponte di Brixton, chiude definitivamente gli occhi,
quegli occhi che mai videro la periferia del mondo.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 3187 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Weasy