Il giorno dei defunti | Poesia | Bruno Amore | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza
  • Giullare della morte
  • Vittorio Lucian...

Il giorno dei defunti

Vado solo al mio cimitero preferito
pur se non c'ho nessuno seppellito
è quello d'un vecchio borgo
in mezzo alle colline abbandonate
tombe a tumulo in terra, appena segnate
tracce di fiori secchi, cere squagliate
che la gramigna ha quasi cancellate.
Mi piace, perché sa di morte in pace
nessuna lastra di marmo levigato
croci di vecchia quercia o d'ardesia
col nome semplicemente inciso
modesto, come chi l'avea portato.
Ci cerco e trovo più me che loro
andati altrove ormai da tanti anni
che mai potrei dirgli...voi chetaste i vostri
io ci vivo ancora coi miei affanni?
Non amo tutti i fiori veri e finti
che vanno arredando tombe d'oggigiorno
perdo il senso del tempo, del mistero
che cerco prima qui, dell'altro mondo.
Così è appena un riflesso della vita
un tuffo nei ricordi rilegati ad anni
un ripasso, a volte un sorriso, si continua.
Ci vengo lontano dalla ricorrenza
quel giorno certo qualcuno qui ci passa
portano fiori lumini, tagliano l'erba
per sentimento, dovere o riverenza
di farlo almeno una volta all'anno
“ognuno a da tene' chesta crianza”
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 1503 visitatori collegati.