'O ddoce e 'o ssale 'e Napule | dialetto | Giovi55 | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

'O ddoce e 'o ssale 'e Napule

Napule tene tante 'e chelli ccose belle,
ca nun te sfastidie maje d' 'a guardà.
Cianciosa se mette nposa sfriggiusella, 
ogneduno ca 'a vede 'a vo' fotografà.
Quanno 'o tiempo è bello a Mmargellina,
mentre 'o sole birbantiello vasa 'o cielo,
fra nuvole ca tenene 'a forma 'e cardelline,
dint'â ll'orizzonte se sperdene 'e penziere.
Scioscia na refola 'e viento ndispunente
e 'o scoglio se ciancea cu ll'onna chiara.
Mentre guardo attuorno e tengo a mmente,
m'arriva nfaccia nu ciato cu ll'addore 'e mare.
Cchiù annanze accumpare nu chiuschetto:
mmiezo a gazzose, arance e llimune gialle,
atturcigliato chino 'e nzogna e ppepe 
sponta zeppo 'e mandorle 'o tarallo. 
S'alliscia 'o baffo Vicienzo 'o tarallaro:
rire e saluta, mentre figlieme adderete,
me tira 'a vesta sbatte forte nterra 'e piede,
chiagne nsiste e nun me fa' sta quieta!
Venne ricchine e bbracciale Vicenzino:
so' fatte cu nzogna, pepe e mmandurlate.
Tunnulille comme tanta cullane e anielle:
na squisitezza ca t'arrecrea 'o palato.
Cchiù annanze dint'â na bbella vetrina 
ce stanno ddoje sapurite pupatelle:
nun songo eguale: so' una diversa a n'ata;
'o stesso sapore, so' ddoje ggemelle.
Una è croccante, sfiziosa e ricciulella,
n'ata è tennera, morbida e aggraziata.
Ce sta chi preferisce chesta o chella,
ma tutte e ddoje ha nna essere pruvate!
A Nnapule tenimmo na granda signora:
p'essa vulisse nascere n'ati cciento vote!
È sapurita chieno 'e ove, grano e ricotta.
'A pruove e siente sunà tutte 'e ssette nnote. 
Ncoppa tene strisciulelle fatte a mmano.
Vaje nparaviso cu 'a pastiera napulitana!
Aroppo 'o ddoce si vuò pure 'o ssalato,
'o casatiello sta già bello e appriparato. 
È cchino 'e salame, provola e pprusutto:
mmiezo ce può nfezzà nu poco 'e tutto.
È 'mbuttito cu tanta rrobba ammiscata:
è 'o cumpagno 'e tutte 'e sscampagnate. 
Napule è comme na guantiera 'e cose belle:
ce truove 'o ppiccantiello e 'a pastarella.
È na tavola apparicchiata a mmestiere:
Capri, Ischia, Procida fanno 'e ppastiere!
E 'o popolo napulitano ca sta 'e casa ccà...
è ssoffice e squisito, comme 'o babà.
Giovanna Balsamo

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2532 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Bowil