Luna Rossa | Prosa e racconti | Alexis | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Agatha
  • Giovanni Rossato
  • PIERO COLONNA-ROMANO
  • Nuvola93
  • Paolo Melandri

Luna Rossa

Luna Rossa aveva occhi di foglia, labbra di lava, pelle di terra.
Era giovane ed aveva sogni più grandi della luna intera; ad essa si era votata nell'infanzia, da ella il suo nome proveniva.
Il rosso era il fuoco che le divampava dentro, era la luce che accendeva il suo sguardo, fu la fiamma che la strappò via alla vita.
Non me ne accorsi, fu come d'un lampo.
Fu durante una calda notte di giugno.
Essi arrivarono approfittando della nostra assenza, assalirono il villaggio, deturparono la dignità delle nostre donne e dei saggi, degli anziani, privarono della requie i bambini; nessuno potè opporre resistenza.
Noi non c'eravamo.
Così cadde il mio popolo, così Luna Rossa, mia figlia, cadde con loro.
Ma il suo grande cuore, in questa notte di settembre, riempie la luna di luce.
Forse è il suo saluto, l'estremo, al padre che non seppe difenderla.
 
Alexis[A.H.V.]
15.07.2011
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 1535 visitatori collegati.