Limoneti fermi, limoneti | poeti maledetti | ferdigiordano | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Gloria Fiorani
  • Antonio Spagnuolo
  • Gianluca Ceccato
  • Mariagrazia
  • Domenico Puleo

Limoneti fermi, limoneti

A chiunque avrebbero detto puoi prenderci,
non all’orso di calcare strapiombato sul capo
prima dell’onda che caracolla a Maiori.
 
Limoneti alti, limoneti franti dallo scirocco:
fermano l’aria con le scorze doppie
e riscuotono il succo salato sotto il velo nero che ammacchia
le terrazze.
Limoneti densi, limoneti crudi, limoneti a coste.
 
Chiunque avrebbe scosso rami
anche l’orso di settentrione
e il suo primo marittimo, il pino a chioma ampia, alta.
Il pino iconoclasta dalla spalla
estrae l’arco dal braccio e scaglia bicipiti di case
che inchiodano la roccia al cielo terso.
 
Salirono i granchi scuri
e vennero patelle dall’asciutto:
il bric-à-brac di alghe
cantava lo sciacquio dirigendo i gozzi
 
ad inghiottire cale a squarciagola.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2074 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free
  • Ardoval