AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Gloria Fiorani
  • Antonio Spagnuolo
  • Gianluca Ceccato
  • Mariagrazia
  • Domenico Puleo

blog di Hjeronimus

Piccolo re

 Après moi le déluge, pensò il piccolo re a proposito del piccolo Stato insignificante su cui regnava come un merovingio. Lo pensò così, in francese, dando sfoggio dell’unica cosa che davvero sapeva fare: masticare un po’ di francese, appunto, appreso, come un dialetto,

Rumore bianco

Più mercato, meno stato. E’ questa la formula magica che ha dato avvio al vero Untergang des Abendlandes (il tramonto dell’Occidente).

Postille - 2, Transzendenz

Non val cosa nessuna i moti tuoi, né di sospiri è degna la terra. Noi, corridori inutili del secolo ventunesimo, ci affanniamo dietro una urgenza improrogabile che non è invece urgente di niente. Così siamo convinti del senso e della validità della nostra corsa, e siamo altresì fermi

Maicol - (lo lego qui al mio precedente "Nessuno")

Lo spettacolo è il capitale a un tale grado di accumulazione da divenire immagine.

Guy Debord 

Maicol era un ragazzino simpatico. E meno fortunato di quanto si ritenesse. La sua vita si dipanò tra un’infanzia difficile e una maturità tragica; tra una partenza gravata da un patriarcato dispotico che l’opprimeva per aver successo, e un arrivo all’inferno tra gli osanna e gli allori del successo. Una specie di marcia trionfale verso la rovina.

Nessuno

Siamo stati dei nessuno, tutti quanti, che hanno attraversato la vita nella disperata illusione di ingannare l’anonimato, batterlo, uscire vittoriosi dalla partita solipsistica del dis-piacere della vita, dall’angoscia solitaria, eremitica, desertica dell’ineluttabile dolore della vita, della sua incomunicabilità.

Postille 7 1

Se mi cogliete in flagrante sulla matematica, potrete facilmente verificare l’inconsistenza delle mie risorse in  merito. Tutto ciò che ne so è teorico.

A corollario del precedente "scatola tragica"

- Tra noi due c’è come un diaframma, un muro che ci separa. – Disse lui. – E’ il muro della verità. Io cerco in ogni modo di darci dentro duro, con la testa, per abbatterlo. Dall’altro lato, tu invece cerchi assiduamente di allontanarlo, per non darci dentro con la testa.

La verità finta 2 - La scatola tragica

pezzo di Tagliavvenuto in risposta al mio "La verità finta"

"Rimane che la “ragion pura”nella sua globalità abbia ben altra estensione, tale che possa tentare e sfidare il noumeno; che l’arte a mio parere, materializzandosi in rappresentazioni, finzioni, come ben sottolinei nella seconda parte, da sola non possa farlo.

La verità finta

La falsità ha preso un  tale sopravvento sulla sua controparte, che ne ha assunto le sembianze, come un eufemismo: la larva di un’altra verità, sia pure negata e negabile nel suo debutto nel mondo, ma pure attuale e in vigore come fosse davvero ciò di cui è il doppione  finto, ha intrapreso la sua scalata al trono della sua rivale, e sta vincendo la mano.

Il rovescio della medaglia

A mio fratello

 

Morire di voler morire
Essere afferrati per la gola dai desideri
E morirci dietro

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 4135 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Virgo
  • Marina Oddone
  • Rinaldo Ambrosia