Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Lunachiara
  • cuoreinfranto
  • Valentina Gatto
  • teresa mancini
  • Loryincerti

L’imperio del tuo eloquio

Parlare con te è come rimestare l’arcobaleno.
Le parole sai far roteare come coriandoli
nell’aria più nera e l’anima i dolori
addormenta e si dimentica di soffrire.
 
Interromperei qualsiasi discorso per ascoltarti
e farmi prisma che non fermi alcun raggio
del tuo dirmi. Come vomere mi lavori perché
io ho messo fiori, foglie e radici. Dal calcagno
alla nuca. Dalle meningi all’inguine. Dai bulbi
agli alluci. Oh rabdomante intelligenza del cuore.
 
E se noi non esistessimo e fossimo solo
un’invenzione delle nostre stesse parole?
Se il mio burattinaio avesse inventato me e io te?
 
Di certo so che più povero sono da quando mi
manca l’imperio della tua voce, impercettibile
ma impetuosa. Emporio di rose. Empireo d’azzurro.
 
E la casa color melone su cui s’infiamma il sole
è il mio chiuso segreto da cui ti ho escluso.
I mattoni vi bruciano, la calce arde.
Gli stipiti superstiti dei ripostigli mi spiano
e mi stupiscono.
Ancora resistono nel loro colore glicine
dai riflessi lunari.
Un languore mi percorre che unisce
passi a parole, bisbigli a scricchiolii.
Scusami il silenzio. Ho iniziato mille pensieri
e non ne ho completato uno solo
(quando hai troppi pensieri hai poche parole).

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 1859 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferdinandocelinio
  • Ezio Falcomer
  • gatto
  • Manuela Verbasi
  • Sara Cristofori
  • nubi