Cotogno giapponese | Poesia | Eleonora Callegari | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...
  • Ardoval

Cotogno giapponese

In fasci di rami bruni
Sorti liberamente dalla terra,
Il cotogno attende l'evento,
A manciate infine giungono
Sui legni, da foglie non turbati,
Petali
Dove il carminio resta dubbioso
E si fonde col rosa
- Guance che strinsi 
Tra le braccia -.
È fioritura consueta
Ma insolita,
Diverso va il mondo
E la vita nei suoi accadimenti. 
Tu, fiore di bisquit,
Nuovo nell'eterno,
Bocca imbellettata, 
Parli col ronzio dell'ape,
Ebbra di te,
Giovane, di giovinezza
Che ci frullo' in capo
Il tempo di una stagione, breve.
Mi fascio nel tuo kimono d'oriente
E dentro la tua culla di luce,
Mi faccio bambina
Al profumo di mela.
 
 
 
 

 #
Proprio l'altro giorno che c'era tanto sole, ci ho visto un calabrone, paffutello, che andava di fiore in fiore di cotogno giapponese. Scherzosamente, mi sono detto: ma allora non è vero che i ristoranti e i bar sono tutti chiusi.
Che splendida melodia questi tuoi versi, quasi ci si sente pure il ronzio!
Grazie con un caro saluto.
........W......
 

ritratto di Eleonora Callegari
 #
Grazie W, è la stagione dei risvegli, ristoranti aperti da madre natura.
Ho dovuto quasi lottare sul mio davanzale proprio con un
Bombo, infastidito dal mio bagnafiori sui ciclamini. Un caro
Saluto. (Ho corretto il titolo ;-)) 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 5 utenti e 1946 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Marco valdo
  • Ardoval
  • live4free
  • Raggiodiluna
  • luccardin