AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Gloria Fiorani
  • Antonio Spagnuolo
  • Gianluca Ceccato
  • Mariagrazia
  • Domenico Puleo

blog di ferdigiordano

Azzardo adesso

ho fame, dico, quindi t’immagino
mostrarmi i denti e penso solo di farlo ad ore
convenienti al trapasso nel sonno
prima che sia notte di te
prim’ancora che tu appaia
allo stomaco
come quelle luci che direzionano
teli e soffitte.

L’edicola del santo

Nella passio del luogo
venerato è il fulcro
all’opera del rosario scosso
terremoto di litanie che vibra
le parti del paradiso.
 
Il posto nasce da un cartello vago
“offerte votive al santo”

Contr'addizione

Tu dirai alzati
io cadrò invece nei tuoi occhi.
 
Tu dirai stai ritto
io starò invece curvo nella tua bocca.
 
Ah, che nome dirai passando ad altro!
 
Tu dirai vai ora
io resterò invece in un fosso nel petto.

Vita serrata

Il turbine che ti fece gli occhi
mulinava colori a dismisura.
 
Similmente l’ocra della sabbia
venne sulla tua pelle a tinta

Il significato del vento

Il mare.

Il mare è una situazione mobile in cui la liquidità è tutto, ma non sempre: a volte bastano gli assegni. Dicesi “assegno” il colpo che coglie in pieno il portafogli salvandovi la vita ma bucandovi la tasca.
 
Elemento principale costitutivo del mare è l’acqua salata; una sorta di minerale fluido che solidificandosi diventa bianco e pruriginoso sulla pelle, soprattutto nelle orecchie.
Il mare è contornato da spiagge o da rocce. Nel primo caso saranno composte da sabbia, nel secondo da scogliere; non tutta la sabbia porta al mare, così come non sempre la prima pietra è uno scoglio, altrimenti vivremmo su palafitte.
 
Il mare primordiale è nato prima dell’uomo, però dopo i bagnini e i pedalò.
Ricopre il 70% della Terra e per questo in giro c’è tanto fango. Il resto è isole femmine, isole maschie - cioè penisole o isole con il pene - e continenti. Gli incontinenti sono i fiumi.
 
Nella sua forma più ampia viene chiamato Oceano, in quella più ristretta Stagno; quest’ultimo puo’ essere saldato a piè pari.
 
Tutti i mari hanno un'origine precisa: il mar nero è detto così perché a lutto per il mar morto che è defunto a causa di un mar asma polmonare; il mare moto ha origine in Giappone dalle Honda molto potenti; il mare mano bagna invece le spiagge toscane; i mari nati sono quelli lisci come l’olio; i mar oni perché si rompono all’interno; ecc.

Limoneti fermi, limoneti

A chiunque avrebbero detto puoi prenderci,
non all’orso di calcare strapiombato sul capo
prima dell’onda che caracolla a Maiori.
 

Il nuoto è la barca dei poveri

Il nuoto è una situazione che consente di muoversi nell’acqua con un certo stile e, diciamolo, con tanta presenza di braccia, gambe, mani, piedi, salvagente o altro galleggiante di supporto.

Letto Veneziano

 

Come tra i panni spogli

Tornerà la triplice arsura di mistral
giù per gl’intonaci di sabbia
sui dorsi dei delfini e nelle gole dei gabbiani.
 
Sarà gobba la rotta inamovibile
per i flussi del nome perso: che gran bere ai ritorni sulle labbra del migrante,

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 3579 visitatori collegati.