cose così | Tags | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

cose così

Il secolo breve

 
Atto primo - Lili Marleen

Hitler- Ezio, devi mettere ordine nella tua vita.
Ezio - Sembra anche a te, vero?

Cose Così [di cenere ]

In questo nonsenso ammanicato
abburattato di farfalle dallo stomaco alla gola
frenesie di occhi legherò di parole
che il mio fiato schiuda calmo nel tepore
infranto su di me, appagato si nutra
affiori dal nulla poi scenda di cenere
quando tutto deve ancora accadere

Manuela

Averti addosso

March Chagall Innamorati al chiaro di luna

  Leggi tutto »

C'è!

La prova che c'è dio
l'ho trovata, ce l'ho io
in tutto il mondo e occidente
pio devoto e gran credente
chi ha ha ucciso
per la guerra o all'improvviso
mesto alza sempre una prece
nota anche a chi morto, tace.
 

 

Per noi

Chagall Equestrienne

Pigne in testa

 (corto teatrale philosophique)

 

 

Atahuallpa - Non ci sono più le mezze stagioni.

Nemamiah- E di cosa chiacchieriamo, adesso?

Atahuallpa - Fai tu... Dammi una sigaretta.

Nemamiah- L’esicasmo nel monachesimo primitivo o il concetto popperiano di falsificabilità?

Atahuallpa - Tu ci hai le pigne in testa.

Nemamiah- Vabbé, cazzo, Ata! Allora scegli tu: soldi, calcio o gnocca?

Atahuallpa - Ma ti spostassero il nickname nel cestino... avvicinami un po’ sto portacenere.

 

  

 

 

Atahuallpa - Tu cosa preferisci, il calcio, i soldi o la gnocca?

Nemamiah- E’ molto difficile rispondere a questa domanda. Ci sono sfasature temporali di esperienza. Non sarei obiettivo.

Atahuallpa - Cazzo vuol dire?

Nemamiah- Quello che non vedo da molto è il calcio, quello che vedo non molto è il denaro...

Atahuallpa - E la terza?

Nemamiah- Qual era già?

Atahuallpa - Vabbè, va, lascia perdere....

Cose Così [hammam]


opera di Salvatore Ciaurro Leggi tutto »

Vecchi grammofoni

 

Spinose bandiere

garriscono le bandiere
i dì di festa
per esorcizzare paure
oppure son brandite
dai patri valli di confine
a incoraggiare i timidi
intimorire gli spavaldi
ma son filo spinato lancinante
incartato in cenci colorati
per incantar i semplici e gli onesti.

Fermo

Fermo al sole delle lucertole
intorno la folla scorre
incroci casuali di vite
chiuse in se stesse indaffarate:
chi consulta rapido l'ore
chi curvo con borse di spese
chi a mano tesa che chiede.
Strana sensazione da provare:
invisibile alla gente guardare.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2573 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Marina Oddone