Frammenti di Rossovenexiano | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sfoglia le Pagine

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

dal romanzo a fumetti sceneggiato da Pennac e disegnato da Tardì: Gli esuberati - concorso in 20 gg

 
In breve

Le vivide tavole di Tardi e le parole di Pennac animano di una insolita forza le avventure dell'ispettore Justin invischiato in un giallo mozzafiato. La descrizione di Parigi con disegni e dialoghi avvincenti.

 
Il libro
Ai licenziati, ai silurati, agli espulsi, ai flessibilizzati, ai ristrutturati, ai fusionati, ai globalizzati, agli esuberati: insomma, a tutti quelli che si ritrovano a spasso.
 
Approfondimento
Perfetta la liaison Pennac/Tardi: il grande fumettista, già famoso in Francia per le detective-stories di Adèle, abbandona il bianco e nero per descrivere la Parigi degli anni novanta coi suoi colori inimitabili e con le sue atmosfere; lo scrittore, da parte sua, anima il disegno con un dialogo avvincente e serrato. Il Jardin des Plantes, lo scenario in cui si consuma il dramma degli "esuberati", lo zoo con tutti i suoi generi della specie animale, rappresenta il luogo simbolico dell’incontro e della complicità dei due autori.
Un giallo che racconta con una passione degna di Victor Hugo le atroci contraddizioni del mondo contemporaneo, lo spietato dogma della produttività, le furbesche ipocrisie dei media che si riversano sugli "esuberati", gli uomini che il nuovo ordine economico licenzia ed emargina, i nuovi "miserabili".
Attorno ai personaggi, al mistero e al dramma, vive la città intera che non è solo sfondo, ma diventa anch’essa protagonista, rappresentata nei suoi scorci più caratteristici ma anche negli angoli più insoliti e cari ai due artisti.
 
 
Le regole:
 

-Leggere, le righe qui sopra, nel caso in cui non si sia letto il libro

-Scrivere massimo 20 righe, ispirandosi al libro 

La parola chiave è IRONIA, per il resto massima libertà, l'importate è che si tratti di uno scambio di battute ironico e che faccia sorridere! Scatenate la fantasia!

 

Sovvenzioni © LeopoldBloom65

 

“Ma quanto ti ha detto chiaramente?”

 

“Mi ha detto che mi sponsorizza coi suoi amici, per farmi passare, che come importanza sono settantanovesimo, che mi cerca lui le pezze, io devo solo appiccicarle, devo fare tutto per bene mi ha detto, sono quelli che hanno la commissione da puntare, che devo mandare i buoni propositi nelle giusta direzioni, per funzionarie deve avere il tabellino di marcia, non devo stuzzicare l'oca che non ha pronto il fegato, devo inchiodargli le zampe con il pastone, adesso è presto, devono ancora tassellare il mosaico, mancano un paio di figure, per non farne di brutte, fosse per loro non ci fossero problemi, ma mi dice di stare attento che alla seconda trancia ci devo arrivare, se no sono segato più che subito, che non mi posso stare attento solo al corrente, che ci sono gli anticipi prima di arrivare ai posticipi, che l'avanzo deve essere spalmato e non lo posso toccare, mi tocca tirare il carretto per un paio d'anni, ma poi posso tirare il fiato”

 

 “Si ma adesso quando devi aspettare, per fare cosa?”

 

 “Mi ha detto che tra controlli, verifiche, presentazione di materiali, controlli di presentazioni di materiali, invii e tutto il resto, passano una decinina di mesi; dice che adesso passano solo le cose con dentro gli animali, specie quelli e'sotici, struzzi, lama, alpachi, che se devo aspettare per le piantagioni, se ne parla tra decinina di mesi, più un'altra decinina, più i pai d'anni a tirare le carrette, se ne parla quando devo prendere la minima”

 

“Quinti allevi i struzzi? Quanto c'hai pronti, mettimi da parte un coscio”

 
 
Progettazione grafica e web editing: Anna De Vivo

Cerca nel sito

Accademia dei sensi

 ♦sommario♦

a cura di Ezio Falcomer

♦Compagnia di teatro sul web Accademia dei Sensi♦

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2033 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free
  • Antonio.T.